Concorso Internazionale di Poesia Città di Voghera

Ha ventidue anni, decisamente meno della Fiera dell'Ascensione, eppure è entrato nel cuore di tutti i vogheresi e di tantissimi autori, giovani e meno giovani, provenienti da ogni parte d'Italia e d'Europa. Il Concorso Internazionale di Poesia Città di Voghera ha scelto ancora una volta di premiare le sue diverse categorie, dalla poesia in italiano a quella dialettale, nel contesto della 635^ Sensia.
Sul palco del Teatro San Rocco, sabato 27 maggio, al fianco di Salvatore Cicciò, patron dell'iniziativa, sono salite le atuorità cittadine: il Sindaco Carlo Barbieri, il Presidente del Consiglio Comunale Nicola Affronti, l'Assessore Marina Azzaretti, l'Assessore Giuseppe Carbone. Tutti hanno voluto sottolineare la fondamentale importanza della cultura e della poesia per la vita cittadina, sia in chiave più intrinseca e personale di crescita e meditazione, sia in chiave estrinseca, quale occasione importante per valorizzare il territorio. Non a caso, Cicciò stesso ha colto l'occasione per ricordare gli ultimi eventi di Manchester, ponendo l'accento su quel ruolo di pace e di condivisione che la poesia può e deve svolgere.
Come di consueto, le premiazioni non sono state semplicemente un susseguirsi di premi, ma un vero e proprio spettacolo, toccante e a sua volta poetico, tra recital di poesie, musica dal vivo e la partecipazione straordinaria dei bambini della scuola d'infanzia paritaria Sacra Famiglia delle Suore Benedettine.
Un grande evento, con importanti e numerose collaborazioni (prima fra tutte, forse, il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali) che ha avuto risonanza particolare anche su Sensia News, il magazine ufficiale della Fiera dell'Ascensione di Voghera. Sulla copertina, infatti, vicino alle prime notizie sull'edizione 2017, campeggia una divertente e allo stesso tempo intensa poesia in dialetto vogherese, scritta dal piccolo Alessandro Chiapparoli.

Share