Ritorna l’agricoltura in Area Fermi

La 636^ Fiera dell'Ascensione apre anche la sua "sezione" all'aperto: spazio così all'agricoltura in Area Fermi. Il sindaco Carlo Barbieri, accompagnato da numerosi esponenti delle istituzioni, ha tagliato il nastro poco dopo le 11 di venerdì mattina alla grande area che tradizionalmente ha legato il suo nome alla parte di fiera agricola della Sensia. E quest'anno, con l'inizio del triennio organizzativo nelle mani della società privata Fiere In, il tracciato del rinnovamento passa anche attraverso il recupero delle eccellenze del passato.
Un passato, quello dell'agricoltura in Area Fermi, che ha scritto pagine importanti, rafforzando il ruolo della fiera dell'Ascensione come punto di riferimento per tutto il territorio.
Ecco allora che, per questa edizione 636, accanto alla novità dello street food e di un camion spettacoli con musica country e intrattenimento per i più piccoli, il cuore dell'Area Fermi torna ad essere il monedo agricolo, grazie alla presenza di quattro importanti concessionari di trattori e macchinari per l'agricoltura.
Numerose le novità che si possono ammirare passeggiando tra enormi pneumatici e la balle di paglia che delimitano una pista dedicata ai più piccoli. Si tratta di nomi storici del settore come Krone, cone i macchinari destinati alla fienagione, piuttosto che Same e Goldoni. Imponenti gli ultimi modelli di trattore del celebre marchio Lamborghini e assolutamente curiosa la vendemmiatice Gregoire che rappresenta una delle soluzioni più innovative per l'uso in vigna.
L'agricoltura in area Fermi, oltre 80 espositori alla ex caserma, olte 300 bancarelle, il luna park e un calndario fittissimo di eventi... la 636^ Fiera dell'Ascensione è tutta da vivere!

Share